Definizione e trattamento malattia da reflusso gastroesofageo

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è una malattia cronica, a causa del flusso retrogrado di una parte del contenuto gastroduodenale nell’esofago e / o organi ad esso adiacenti, causando spettro variabile di sintomi e / o segni di esofagea e / o extra-esofageo, o non associata a danno tissutale.

 GERD è considerato oggi il tratto digestivo più diffusa, anche se è difficile ottenere stima precisa, dal momento che la stragrande maggioranza degli individui che soffrono di sintomi di reflusso derivanti dalla non ricerca di cure mediche.

 GERD ha un impatto negativo sulla qualità della vita, aumenta i costi sanitari e il rischio di lesioni maligne pre.

 Le principali manifestazioni cliniche della GERD sono bruciore tipico (pirosi) e rigurgito acido, che significa che il ritorno di cibo e acido verso la cavità orale. Il verificarsi di manifestazioni atipiche (dolore al petto retrosternale, sensazione di “torta” in gola, tosse cronica, asma, raucedine, gola di compensazione, alitosi, mughetto) a volte è una vera sfida per i clinici a causa della difficoltà di stabilire una diagnosi accurata.

 Attualmente, la più grande sfida per i medici è quello di trovare la migliore strategia per il trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo, non solo a causa del suo ampio spettro di gravità, ma anche per la sua cronicità, e dovrebbe sempre valutare ogni paziente particolare, dal momento che non di rado, il trattamento comporta la uso di farmaci per tutta la vita.

 trattamento clinico si propone di alleviare i sintomi, guarire le lesioni, prevenire le recidive e prevenire le complicanze.

 Con scopi pratici, si può dividere l’approccio terapeutico in misure farmacologiche e comportamentali che devono essere attuati contemporaneamente in tutti gli stadi della malattia. Per minimizzare episodi di reflusso, impone le abitudini mutevoli della vita del paziente, come elevando la testa del letto, non risiede nelle due ore dopo i pasti, evitare alimenti che promuovono riflusso e irritare l’esofago mucosa (fritto, grasso , aglio, cipolle, dolci, cioccolatini, bevande analcoliche, bevande alcoliche, caffè e tè nero), e non uso di droghe che attaccano il rivestimento.

 Per quanto riguarda il trattamento farmacologico, una grande varietà di farmaci sono stati utilizzati per trattare i sintomi di GERD e per la cura dell ‘esofagite. Tuttavia, 10% al 20% dei pazienti presumibilmente rimangono parzialmente o completamente insensibile alla antiacido terapia.

 Il trattamento chirurgico in GERD complicata deve essere considerato nelle seguenti circostanze:

 I pazienti che, per qualche motivo (personale, economica, l’intolleranza, ecc ..) si trovano in grado di continuare il trattamento clinico, compresi i pazienti con manifestazioni atipiche, la cui reflusso è stato dimostrato devidademente;

 I casi in cui è richiesto il trattamento continuo per la manutenzione PPI (inibitori della pompa protonica) nella dose corretta, specialmente nei pazienti più giovani di 40 anni che optano per il trattamento chirurgico.

 Nel GERD complicata trattamento chirurgico è indicato in stenosi e / o ulcera, e quando c’è adenocarcinoma. Il trattamento chirurgico per fundoplicatio è stato sostenuto da alcuni autori come terapia per l’esofago di Barrett. Vale la pena notare, tuttavia, che gli studi longitudinali che confrontano i risultati clinici dei pazienti trattati (IBP dose elevata) e chirurgia (Fundoplicatio) dimostrano che tutti i tipi di trattamento è stato in grado di ridurre l’entità della mucosa metaplastiche. D’altro canto, sono stati descritti diversi casi di adenocarcinoma in esofago di Barrett verificato, anni dopo l’intervento chirurgico.

 Diversi nuovi trattamenti endoscopici per GERD sono in fase di sperimentazione clinica ed alcuni sono stati introdotti nella comunità medica, ma ancora un po ‘timida.

 Infine, la definizione di un regime terapeutico in un paziente con GERD deve essere analizzato caso per caso, nel proporre alla fine del trattamento, si dovrebbe prendere in considerazione, in aggiunta all’esperienza del medico, il tipo di paziente studiato, le condizioni socio-economico e possibilità di maggiore o minore aderenza.

 

giorno

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − quattro =